Cosa

La convivenza di fatto può essere costituita da due persone, maggiorenni, unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, non vincolate da rapporti di parentela, affinità o adozione, da matrimonio o da unione civile, residenti allo stesso indirizzo e nella stessa famiglia.

I conviventi hanno anche la facoltà di regolare i propri rapporti patrimoniali mediante un “contratto di convivenza” la cui costituzione, modifica, risoluzione, deve avvenire per atto pubblico o scrittura privata autenticata da un notaio o da un avvocato, che dovrà, entro 10 giorni trasmetterne copia al Comune di residenza per la registrazione.

CESSAZIONE: in caso di cessazione del legame affettivo di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, i conviventi dichiarano la cessazione della convivenza di fatto all’Ufficio Anagrafe.

Come

La documentazione per la dichiarazione per l’istituzione/cessazione della convivenza di fatto, può essere trasmessa con una delle seguenti modalità:

  • tramite posta elettronica al seguente indirizzo: cambidiresidenza@comune.siena.it;
  • tramite posta elettronica certificata al seguente indirizzo: comune.siena@postacert.toscana.it ;
  • tramite fax allo 0577/292216;
  • tramite posta raccomandata al seguente indirizzo postale: Comune di Siena - Ufficio Anagrafe – Il Campo, n. 1 - 53100 – SIENA;
  • direttamente presso (Prenota appuntamento qui):

          Servizio Demografico Sede Centrale, in via Salicotto n. 6, tel. 0577 292200

Documentazione da presentatre

  • Dichiarazione anagrafica per la costituzione della convivenza di fatto . I cittadini stranieri devono inoltre dimostrare, tramite presentazione di idonea documentazione, il loro stato libero (MOD. A);
  • Dichiarazione anagrafica per la cessazione della convivenza di fatto  (MOD. B);
  • Copia, non autenticata, di un documento di identità in corso di validità, di chi firma la dichiarazione.

Costi e Tempi

  • La procedura è completamente gratuita.
  • L'Ufficio provvede entro 2 giorni lavorativi dalla presentazione alla registrazione della nuova residenza.
  • Gli accertamenti dell'Ufficio Anagrafe avvengono nei 45 giorni successivi.
  • Gli effetti giuridici delle dichiarazioni decorrono dalla data di presentazione.

Leggere attentamente:

Qualora entro il termine dei 45 giorni non vengano comunicati dal Comune al cittadino eventuali requisiti mancanti o gli esiti negativi degli accertamenti svolti, la registrazione della convivenza di fatto è accolta.

Normativa e circolari

Ultimo aggiornamento

29/01/2022, 14:07