Molti corrono il Palio, ma uno è quello che 'l prende

Dante Alighieri, poeta, 1305

 

 

Sembra risalire al 1633 il primo palio corso “alla tonda” in Piazza del Campo, erede delle corse di cavalli che attraversavano la città terminando di solito in Piazza del Duomo.
Al giugno 2013, le fonti documentali ci consentono di avere notizie di 385 palii corsi nel Campo aventi per protagoniste le Contrade attuali, delle quali esistono tracce storiche a partire dal 1400.

Argomenti
Origini del Palio

Orsù figlioli dolcissimi, correte questo palio e fate, che solo sia uno, quello che l'abbia, cioè che 'l cuore vostro non sia diviso. S. Caterina da Siena, Patrona di Siena, d'Italia e dellEuropa, 1375

Leggi di più
Il rinascimento

I festeggiamenti cittadini assumono nuovi aspetti nel Rinascimento. A fianco delle corse con i cavalli, i senesi iniziano a metà '500 il gioco del pallone, le cacce ai tori, e le bufalate, vere e proprie corse con le bufale.

Leggi di più
Il seicento

Nelle prime decadi del Seicento il Palio concluse il suo processo di trasferimento in Piazza del Campo e la sua trasformazione in festa popolare. La proposta di correre il Palio in Piazza venne ufficialmente al Comune l'11 luglio 1605.

Leggi di più
Il settecento

Il secolo dei lumi si aprì con un'innovazione decisiva e congeniale, l'introduzione di un secondo Palio delle Contrade .

Leggi di più
L'ottocento

Il Palio è la visione di un poema ariostesco fatto realtà!

Leggi di più
Il primo novecento

Agli inizi del secolo, Contrade e Comune furono impegnati in un altro rinnovo dei costumi, che nel 1904 scelse definitivamente la foggia medievale-rinascimentale già sperimentata una generazione prima e che tra purismo

Leggi di più
Tra le due guerre

Dopo la pausa per Palio e Contrade imposta dalla guerra, la vita comunitaria delle Società riprese vigore, ma con l'avvento del Fascismo passò sotto l'egidia dell'Opera Nazionale Dopolavoro. Fermi e intoccabili restarono le Sedi Storiche e gli Orator.

Leggi di più
Il secondo dopoguerra

Finita la guerra, nel 1945, insieme alla vita contradaiola, si riprese a correre il Palio con le sue consuete cadenze.

Leggi di più
Tempi moderni

La fuga dai centri storici sembrerebbe poter dichiarare la fine delle Contrade: solo il 10% dei contradaioli abita dentro il rione. Ma esiste una “spazio simbolico” cui nessuno rinuncia.

Leggi di più

Ultimo aggiornamento

02/09/2021, 11:00