Terre e rocce da scavo - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

Terre e rocce da scavo

Dal 22/08/2017 è entrato in vigore il DPR n.120 del 13/06/2017 sul riordino e semplificazione della disciplina sulla gestione delle terre e rocce da scavo.

Con il termine terre e rocce da scavo si fa riferimento al suolo scavato derivante da attività finalizzate alla realizzazione di un’opera.

Con l'entrata in vigore del DPR 120/2017 sono state ricomprese in un unico corpo normativo tutte le disposizioni relative alla gestione delle terre e rocce da scavo con particolare riferimento:

  • alla gestione delle terre e rocce da scavo qualificate come sottoprodotti, ai sensi dell'articolo 184-bis, del decreto legislativo n. 152 del 3/04/2006,, provenienti da cantieri di piccole dimensioni, di grandi dimensioni e di grandi dimensioni non assoggettati a VIA o a AIA;
  • alla disciplina del deposito temporaneo delle terre e rocce da scavo qualificate rifiuti;
  • all'utilizzo nel sito di produzione delle terre e rocce da scavo escluse dalla disciplina dei rifiuti;
  • alla gestione delle terre e rocce da scavo nei siti oggetto di bonifica.

 

Il DPR 120/2017 prevede che il produttore delle terre e rocce da scavo invii ad ARPAT ed al comune/i luogo di produzione e di utilizzo, una dichiarazione relativa alle caratteristiche dei materiali da scavare secondo le modalità definite all'art. 21, almeno 15 giorni prima dell'inizio delle attività di scavo.

 

Dai seguenti link è possibile accedere ai vari collegamenti di riferimento:

Terre e rocce da scavo ARPAT http://www.arpat.toscana.it/temi-ambientali/rifiuti/terre-e-rocce-di-scavo
FAQ ARPAT http://www.arpat.toscana.it/urp/risposte-a-domande-frequenti/terre-e-rocce-da-scavo
Modulistica ARPAT http://www.arpat.toscana.it/urp/risposte-a-domande-frequenti/terre-e-rocce-da-scavo/modulistica