Domande frequenti - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

FAQ Nidi d'infanzia

A cura del personale in servizio presso i nidi d'infanzia comunali con la collaborazione del Coordinamento pedagogico comunale

 

 

Che cos'è un Nido d'Infanzia?

Un luogo educativo in cui opera personale qualificato che accoglie, in modo quotidiano e continuativo, bambini e bambine dai tre mesi ai tre anni di età.

 

Come avviene l'iscrizione al Nido d'Infanzia?
Inoltrando la domanda di ammissione secondo le modalità e i tempi indicati dall'Amministrazione nei bandi reperibili on line e pubblicamente affissi.

 

E' possibile visitare i Nidi d'Infanzia?
E' possibile visitare le strutture educative e parlare con le educatrici durante gli “open days”. Si tratta solitamente di due pomeriggi in primavera in cui i Nidi sono aperti alla cittadinanza. Date e orari vengono comunicati attraverso la rete e la stampa locale.

 

A chi si possono rivolgere i genitori per avere informazioni?
Ci si può rivolgere al Servizio Istruzione della Direzione Servizi per richieste di carattere amministrativo (iscrizione, bollettini, ISEE...). Al Servizio Progetti Educativi della Direzione Servizi per richieste di carattere pedagogico (offerta formativa, progetti, BES...)

I contatti sono consultabili sul sito del Comune di Siena seguendo il percorso http://www.comune.siena.it/La-citta/Istruzione .

 

Quali sono gli orari del Nido?

I Nidi d'infanzia del Comune di Siena sono aperti dalle ore 7.40 alle ore 16.15.
In alcune strutture è possibile scegliere il tempo breve : 7,40 – 13,30/14,00.

 

Qual è il calendario educativo?
Il calendario educativo segue il calendario scolastico regionale. Pertanto l'attività educativa, come per le scuole dell'infanzia, termina il 30 giugno.

 

Con quali criteri vengono formate le sezioni?
I gruppi sezione sono omogenei per fasce di età: piccoli, medi, grandi. Nei Nidi con minore capienza, sono presenti gruppi misti per età.

 

Quali sono le figure professionali di riferimento all'interno del Nido?

L'EDUCATRICE: è una figura professionale che promuove lo sviluppo globale del bambino. Predispone il progetto educativo e didattico, cura la relazione con le famiglie accogliendole e rendendole partecipi dell'esperienza pedagogica del Nido.

L'OPERATRICE: è responsabile dell'igiene e della cura degli ambienti e dei materiali.

LA CUOCA: si occupa della preparazione dei pasti secondo le indicazioni dietetiche predisposte dalla dietista dell'ASP- Città di Siena.

 

L'operatrice collabora con le educatrici?
Collabora nello svolgimento delle routine e nella predisposizione della sezione per le attività; partecipa alle assemblee del Nido e alle riunioni degli Organi collegiali (i Consigli); prende parte ai percorsi formativi curati dal Coordinamento pedagogico e alla realizzazione del progetto educativo nel suo complesso.

 

In che modo il Coordinamento Pedagogico sostiene la professionalità delle educatrici?
Il Coordinamento Pedagogico svolge compiti di indirizzo e sostegno tecnico al lavoro degli operatori. Si occupa di monitoraggio e documentazione delle esperienze. Predispone la formazione in servizio del personale educativo.

 

La formazione in servizio è prevista per tutto il personale della scuola?
Sì. Le educatrici dedicano venti ore annue alla formazione a carattere pedagogico. A tale monte ore obbligatorio, i cui obiettivi vengono annualmente concordati con il Coordinamento pedagogico, si vanno ad aggiungere occasioni formative integrative quali partecipazione a convegni, progetti di rete, approfondimenti tematici che possono interessare uno o più nidi. Le operatrici e le cuoche condividono con le educatrici alcuni momenti dei percorsi formativi a carattere pedagogico: ciò contribuisce a qualificare il personale non docente che può così svolgere il proprio importante ruolo in modo attivo e consapevole offrendo un contributo significativo nel rendere i nidi vere e proprie "comunità educanti".

 

Cos'è l'ambientamento al Nido e come si svolge?
L'ambientamento è quella fase iniziale in cui le bambine e i bambini familiarizzano con il contesto del Nido. Questo periodo può essere più o meno lungo a seconda dei tempi e dei bisogni individuali. Per questo motivo è richiesta la presenza di una figura familiare di riferimento che assicuri la propria disponibilità nei momenti iniziali di frequenza al Nido. Per essere efficace, l'ambientamento deve essere affrontato serenamente ed avere carattere di continuità e gradualità.

 

Cosa fanno i bambini durante la loro permanenza al Nido?
I bambini e le bambine sono protagonisti della vita al Nido: questa si articola in momenti di routine (colazione, cambio, pranzo, riposo), attività strutturate e gioco libero. Alcuni esempi di attività strutturate sono: travasi, pittura, giochi di movimento, di manipolazione, lettura di libri, ecc. L'insieme di questi momenti favorisce lo sviluppo globale dei bambini e delle bambine e incrementa le competenze sociali e relazionali, sia tra i pari che con gli adulti.

 

Come vengono scelte le attività per i bambini e le bambine di questa età?
Le attività svolte al Nido non sono casuali. Annualmente viene predisposto un progetto educativo che viene sottoposto all'approvazione del Coordinamento Pedagogico e dell'Organo collegiale di partecipazione delle famiglie (il Consiglio del Nido). Tale progetto prevede metodi, obiettivi e materiali adeguati alle diverse fasce di età.

 

I genitori possono prendere parte alla vita del Nido?
Esiste un continuo scambio tra educatrici e genitori volto al comune obiettivo del sostegno alla crescita delle bambine e dei bambini. Durante l'anno vengono inoltre organizzati momenti di incontro (formali e non formali) quali assemblee, feste, laboratori, incontri all'interno dello Spazio genitori, etc. Questi momenti offrono alle famiglie ulteriori occasioni di partecipazione attiva alla vita del Nido. I genitori hanno poi loro rappresentanti all'interno dei Consigli del Nido.

 

Cosa è necessario portare da casa e cosa fornisce la struttura?
Si richiede di portare da casa un cambio completo di abbigliamento da aggiornare a seconda delle stagioni. Potranno essere richiesti bavagli e/o asciugamani e/o grembiulini per pittura a seconda delle esigenze della struttura.

Per chi ne fa uso, viene richiesto il ciuccio. Vengono forniti dalla struttura pannolini, biberon e/o bicchierini, biancheria da letto.

 

Quando è necessario il certificato medico per rientrare al nido?
Il rientro dopo un'assenza per malattia è condizionato alla presentazione del certificato medico quando la stessa supera i 5 giorni consecutivi.

E' necessario presentare il certificato medico per essere riammesso in comunità anche nel caso in cui il bambino sia stato allontanato dal Nido per motivi di salute (Regolamento dei Servizi Educativi per l'infanzia del Comune di Siena alla pagina http://www.comune.siena.it/La-citta/Istruzione / archivio-normativo ).

 

Con quale frequenza vengono sanificati i giochi?
Nella sezione Piccoli, dove i giochi vengono messi in bocca più spesso, la sanificazione avviene tutti i giorni. Nelle sezioni Medi e Grandi i giochi vengono lavati a rotazione.

 

Con quale frequenza avviene il cambio dei lenzuolini?
I lenzuolini vengono di norma cambiati una volta alla settimana e lavati nella lavanderia interna al Nido.

 

Perché al Nido alcuni alimenti, come per esempio il passato di verdure, vengono graditi e a casa no?
Mangiare insieme promuove la curiosità verso alimenti nuovi, rendendo più disponibili i bambini ad assaggiare.

 

E' possibile avere le ricette dei piatti serviti al Nido?
Sul sito del Comune di Siena è reperibile il ricettario del Nido (Le nostre ricette alla pagina http://www.comune.siena.it/La-citta/Istruzione/ Infanzia/Nidi-d'infanzia-comunali ).

 

Il “ciaccino” e i dolci per la merenda al Nido, sono preparati dalle cuoche?
Sì, sono interamente preparati nella cucina interna del Nido.

 

Che consistenza deve avere la pappa?
La consistenza della pappa viene modificata in base agli stadi di sviluppo del bambino. Si passa da una completa cremosità, ottenuta aggiungendo patata e brodo vegetale nel frullatore, ad uno stato via via più consistente.

 

I biscotti contengono olio di palma?
No.