CARMEN - Comune di Siena

Skip to main content
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

CARMEN

carmen

 

ispirato all’omonimo racconto di Prosper Mérimée

soggetto, coreografia e luci Antonio Gades e Carlos Saura

 

scene Antonio Saura

 

musica Gades, Solera Freire, Georges Bizet Carmen, Manuel Penella El gato Montes

e  José Ortega Heredia/Federico García Lorca Verde que te quiero verde

 

musica registrata Orchestra della Suisse Romande diretta da Thomas Schippers

con Regina Resnik, Mario del Monaco e Tom Krause

 

produzione  Compañía Antonio Gades /  ATER Associazione Teatrale Emilia Romagna

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carmen è il terzo balletto narrativo di Antonio Gades dopo Don Giovanni e Bodas de Sangre, ed è il primo lavoro scenico derivante dalla sua proficua collaborazione con il cineasta Carlos Saura. I due creatori si sono ispirati al racconto di Mérimée  piuttosto che al libretto dell’opera perché ritenevano che la storia e i personaggi del racconto riflettessero meglio il popolo andaluso; inoltre si sono serviti della celebre partitura di Bizet contrapponendola per la prima volta con la musica flamenca in scena.
Il debutto a Parigi nel 1983 ebbe un grandioso successo di critica e di pubblico consacrando Antonio Gades non solo come uno dei più importanti ballerini del mondo ma anche come un grande coreografo.
Le ragioni che portarono Gades a realizzare questa coreografia sono state da lui riassunte in occasione di una conferenza stampa. Ecco le sue parole: “Carmen non è una donna frivola nè una mangiatrice di uomini bensì una donna onesta che quando ama lo dice apertamente e quando non ama lo dice altrettanto chiaramente. In altre parole, è una donna libera e non considera i suoi sentimenti come una proprietà privata. Ha una considerazione così alta del concetto di libertà che ha preferito morire piuttosto che perderla. È sempre stata considerata frivola, in realtà Carmen possiede un forte senso di appartenenza di classe e una gran nobiltà d’animo”, e aggiunge: “Merimée ha portato la Carmen in Francia, ma noi l’abbiamo riportata in Spagna”.
Secondo Gades la figura di Carmen è stata fraintesa, quando l’opera fu scritta nel 1837 provocò scandalo: Carmen rappresentava la vera emancipazione femminile, e Don José è un fuggitivo, un borghese che esce dalla propria classe sociale e che concepisce l’amata come proprietà privata, e dice: “Ho creato Carmen perchè non mi piaceva l’immagine stereotipata e falsa che se ne era fatta; è una donna che quando ama si dona senza riserve, e che non dimentica a quale classe sociale appartiene”. Per Gades, Carmen rappresenta la lotta di una donna per la libertà.

 

durata: 1h 40'

 

Teatro dei Rinnovati - mercoledì 22 gennaio 2014  ore 21.15

 

 

INFO BIGLIETTI

Dal 20 NOVEMBRE:
PREVENDITA TELEFONICA TRAMITE CALL CENTER tel. 0577 292614 - 15 (dal lunedì al venerdì, con orario 9.30/12.30).
Non è possibile prenotare tramite call center nei giorni di apertura della biglietteria del teatro.
ON-LINE su www.comune.siena.it - servizi on line - biglietteria

VENDITA DIRETTA presso la Biglietteria del Teatro dei Rinnovati
martedì 21 gennaio dalle ore 17 alle ore 20
mercoledì 22 gennaio dalle ore 16 fino all'inizio dello spettacolo
Prenotazioni telefoniche negli stessi giorni ed orari di apertura della biglietteria, tel. 0577 292265.

I diversamente abili potranno accedere alla biglietteria del Teatro dall'ingresso di Piazza del Mercato.