Il Santa Maria della Scala - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

Il Santa Maria della Scala, uno degli Ospedali più antichi d’Europa

Piazza del Duomo

 

Costruito di fronte alla scalinata del Duomo, dal suo nascere alla fine del XII secolo, il Santa Maria della Scala ha accolto i pellegrini che percorrevano la Via Francigena e ha aiutato i poveri ed i bambini abbandonati. Nei secoli ha poi ampliato le proprie funzioni assistenziali trasformandosi in un moderno ospedale. Solo nel 1997 è divenuto un importante museo e polo culturale.

Un significativo restauro ha reso visitabile oggi gran parte dell’intero complesso distribuito su vari livelli: da Piazza Duomo si accede alla zona monumentale con la chiesa della Santissima Annunziata, il Pellegrinaio delle Donne, la Sagrestia Vecchia, la cappella della Madonna e quella del Manto. Da questa si entra nel Pellegrinaio con il celebre ciclo affrescato quattrocentesco, attraverso un luminoso ambiente denominato Passeggio (in origine un pellegrinaio), su cui si aprono sale laterali, in passato destinate a corsie ospedaliere e oggi recuperate come spazi espositivi e museali.

Scendendo al livello inferiore si accede alla cosiddetta Corticella, vero e proprio snodo dei percorsi del Santa Maria, sulla quale si affacciano il Fienile medievale, dove è conservata l’originale Fonte Gaia di Jacopo della Quercia, due confraternite laicali ricche di opere d'arte e ancora oggi attive (la Compagnia dei disciplinati sotto le volte dell'ospedale e la Compagnia di Santa Caterina della Notte) e i suggestivi Magazzini della Corticella, dove è esposto il Tesoro di Santa Maria della Scala. Dalla Corticella si scende quindi ai così detti "labirinti" dove, in suggestivi cunicoli scavati nell’arenaria e spazi voltati in mattone, sono allestiti il Museo Archeologico e il percorso “Siena. Racconto della città dalle origini al Medioevo”.

 

Santa Maria della Scala