Fortezza - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

Fortezza

Enoteca Italiana 

Fortezza2_medium

L'Enoteca Italiana, istituzione pubblica unica nel suo genere in Italia, fu fondata nel 1960 come strumento operativo dell'Ente Mostra Mercato Nazionale dei Vini a DO e di Pregio. Essa ha lo scopo di far conoscere, valorizzare e promuovere i grandi vini e la realtà vitivinicola nazionale.
In una mostra permanente sono esposti circa 1.500 vini, rigorosamente ammessi da una Commissione Giudicatrice e prodotti da oltre 600 aziende.
I vini presenti nell'Enoteca costituiscono dunque una selezione rappresentativa dell'intera produzione nazionale di qualità: troviamo infatti vini a Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG), a Denominazione di Origine Controllata (DOC), a Indicazione Geografica Tipica (IGT), vini da tavola di particolare pregio, compresi spumanti e vini speciali, distillati e liquori tipici. L'Enoteca organizza durante l’anno corsi, incontri, convegni, seminari, intrattenimenti culturali: come la famosa "Settimana dei Vini” a giugno o la "Settimana Nazionale dell'Olio" a febbraio.I vini possono essere degustati nelle sale interne dell’Enoteca o nelle splendide terrazze tra i bastioni della Fortezza

Percorso degustativo

Da non perdere è la nuova mostra permanente, intitolata Parladivino. Si tratta della prima ed unica mostra di questo genere in Italia e nel mondo, che offre la possibilità di conoscere, attraverso un palmare, tutti i dati riferiti alle Denominazioni di Origine e alle Indicazioni Geografiche riconosciute in Italia.Questo nuovo sistema digitale, permette di fare un giro virtuale attraverso l'Italia del Vino, per conoscere le produzioni e i prodotti di eccellenza del bel paese. Il visitatore viene guidato in un percorso durante il quale riceve tutte le informazioni riguardanti le varie Denominazioni riconosciute, i dati topografici con relative mappe territoriali, i disciplinari di produzione, i vitigni principali, le caratteristiche qualitative ed organolettiche dei vini, i riferimenti dell'azienda produttrice, la scheda tecnica del vino in oggetto, le disponibilità e il prezzo di vendita, nonché gli abbinamenti con i piatti tipici del territorio ed in fine, al termine del percorso, è possibile degustare ed acquistare i vini preferiti.
Traccia sonora: palmare

 

Fortezza Medicea (Enoteca Italiana e Fondazione Siena-Jazz Accademia Nazionale del Jazz)

In questo luogo sorgeva la fortezza spagnola di Don Diego De Mendoza, distrutta nel 1552 a furor di popolo, ma venne ricostruita , un poco più a sud , da Cosimo dei Medici nel 1561 come presidio contro eventuali tentativi da parte dei senesi di riconquistare l'indipendenza ormai persa nel 1555. Fu lo stesso Granduca a dare l’incarico della costruzione ad un suo fidato architetto, Baldassarre Lanci, il quale modificò la primitiva forma ad "L" della fortezza nella struttura rettangolare visibile ancora oggi. Non è un caso che come per ogni “top secret” militare, non sia mai stato trovato nessun progetto o disegno di questa architettura.

Il grandioso strumento difensivo è tutto in mattoni, poggiante su di una base a scarpa sormontata da un grosso cordone, sempre in laterizio. Ai quattro angoli si addossano enormi bastioni a cuneo, due dei quali recano nella parte alta grandi stemmi medicei in travertino. Sui fianchi della fortezza si aprono le cosiddette “piazze basse” utilizzate per tirare i pezzi di artiglieria al coperto.

Alla fine del Settecento, la Fortezza fu smilitarizzata e trasformata in giardino pubblico in connessione con la Lizza, così chiamata poiché un tempo vi si volgevano le esercitazioni della cavalleria. Tale area venne progettata da Antonio Matteucci in collaborazione con il celebre giardiniere tedesco Leopoldo Prucher.La Fortezza Medicea ospita oggi le sedi della Fondazione Siena jazz e dell’Enoteca Italiana

Fondazione Siena Jazz - Accademia Nazionale del Jazz
Traccia sonora: brano di jazz (registrato)

La Fondazione Siena Jazz -Accademia Nazionale del Jazz è un'istituzione culturale senza scopo di lucro, nata come Associazione nel 1977 e trasformatasi infine nel 2005 in Fondazione con il nome: Siena Jazz - Accademia nazionale del jazz.
Siena jazz dalla sua nascita si è sempre impegnata per la valorizzazione, la diffusione e l’insegnamento della musica jazz e delle sue numerose derivazioni contemporanee di qualità.
E’ riconosciuta da anni come una realtà didattica qualificata e un punto di riferimento nazionale per il perfezionamento, l’alta qualificazione, la formazione professionale e la valorizzazione di giovani musicisti neo-diplomati e comunque neo-professionisti di jazz e sue derivazioni contemporanee.
Siena jazz promuove il jazz italiano giovanile in Europa e nel mondo ed è tra i primi soci della I.A.S.J. - International Association of Schools of Jazz , associazione con sede in Olanda (The Hague) che comprende le più importanti scuole di jazz del mondo.
Siena jazz svolge le proprie attività in una struttura di oltre 1.000 metri quadrati con 20 aule modernamente attrezzate per l’insegnamento, con un archivio sonoro, una biblioteca ed un laboratorio che costituiscono il Centro Nazionale Studi sul jazz "Arrigo Polillo" che ospita la più importante raccolta specializzata italiana di jazz.

L’archivio audio e video conta circa 30.000 supporti, dai cilindri di Edison ai DVD. Il materiale delle collezioni si può ascoltare in digitale ma allo stesso tempo con un fonografo e un grammofono acustici si può sperimentare l’ascolto dei primi supporti sonori, come i cilindri di Edison ed i 78 giri.

Traccia sonora: brano jazz (un fonografo e un grammofono acustici)

 La Fondazione Siena Jazz nell’arco dell’anno organizza molti concerti anche con la presenza di grandi artisti internazionali. In estate ad esempio organizza nei rioni della contrade le Jam session in contrada

Traccia sonora: concerto Jam session in contrada (live)

Per maggiori informazioni consigliamo di contattare direttamente la Fondazione Siena Jazz –Accademia Nazionale del Jazz telefono 0577 271401 info@sienajazz.it .