Agevolazioni a favore di nuove attività nel Centro Storico - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

Agevolazioni a favore di nuove attività nel Centro Storico

Il Comune di Siena, per incentivare la creazione di nuove attività, nell'ambito delle azioni volte a rivitalizzare il Centro Storico ha predisposto un regolamento per disciplinare la concessione di agevolazioni fiscali e tributarie a soggetti che intendano realizzare attività imprenditoriali di specifica tipologia,con sede operativa e/o unità locale situata nel centro storico del Comune.
L'area interessata è quella urbanisticamente perimetrata e classificata come “tessuto del centro storico CS” nel regolamento urbanistico del comune di Siena approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 2 del 24 Gennaio 2011 ( cfr. http://maps1.ldpgis.it/siena/?q=ru artt. 51 – 54) .

I beneficiari hanno l’obbligo di tenere in esercizio l’attività imprenditoriale nel Centro Storico per almeno 3 anni a decorrere dalla data di concessione delle agevolazioni e non potranno installare nel proprio esercizio apparecchiature “VLT”, slot machines o altri strumenti per il gioco d'azzardo, pena la revoca e la restituzione dell'intera somma dovuta.
Le attività considerate come “nuove” sono quelle avviate da non più di tre mesi e le tipologie giuridiche ammesse sono: SNC – società in nome collettivo, SAS – società in accomandita semplice, SRL – società a responsabilità limitata, SPA – società per azioni, SAPA- società in accomandita per azioni, Sscietà cooperativa; ONLUS e associazioni di volontariato e singoli imprenditori.

Le attività riconosciute ai fini della concessione dei benefici sono:

  • Artigianato, con esclusione delle attività individuate nell'allegato B della deliberazione di Consiglio Comunale n.87/2008 ai nr. 5 e 7 della Zona n.1 e ivi richiamate come incompatibili con le esigenze di tutela del Centro storico (produzione di pizza al taglio, yougurterie, gelaterie, creperie, friggitorie, paninoteche, piadinerie e kebabberie nonché attività di panificazione insistenti su immobili notificati alla Soprintendenza, officine meccaniche di riparazione auto e moto, officine di carrozzeria, officine di elettrauto);
  • Fornitura di servizi destinati alla fruizione di beni culturali, della mobilità sostenibile e dell’ambiente;
  • Commercio al dettaglio di prodotti certificati biologici, DOP e IGP del settore agroalimentare toscano, con prevalenza nel valore annuo commercializzato dei prodotti di origine del territorio della provincia di Siena;
  • Somministrazione al pubblico di alimenti e bevande biologici, DOP e IGP, con prevalenza nel valore annuo commercializzato dei prodotti di origine del territorio della provincia di Siena.

Le agevolazioni, richiedibili per un periodo di tempo pari ai primi tre anni di esercizio dell'impresa, sono:

  • esenzione dal tributo dovuto per il servizio rifiuti (TARI);
  • esenzione dal Canone di Occupazione di suolo pubblico (COSAP);
  • esenzione dall’Imposta Comunale sulla pubblicità e dal Diritto sulle Pubbliche Affissioni.

I benefici per ogni singolo contribuente non possono in ogni caso superare il tetto massimo di 3.000 euro l’anno.
L’applicazione delle agevolazioni deve essere richiesta dagli interessati con istanza indirizzata alla Direzione Risorse, utilizzando l’apposita modulistica predisposta dal Comune di Siena.

L’istanza deve essere presentata al Protocollo del Comune o inoltrata attraverso il servizio postale o via Posta Elettronica Certificata (PEC) all'indirizzo comune.siena@postacert.toscana.it , entro sei mesi dal verificarsi delle condizioni che danno diritto alle agevolazioni stesse.

Il Comune provvede alla concessione delle agevolazioni per gli importi ammessi, fino all’ammontare stabilito dalle disponibilità annualmente previste dal bilancio. Le domande sono esaminate secondo l'ordine cronologico di presentazione.
Accertati i requisiti che danno diritto alle agevolazioni, la Direzione Risorse attraverso il servizio Tributi, procede al riconoscimento delle agevolazioni, previo riscontro da parte del Servizio Attività Produttive in ordine alla regolare procedura di avvio e mantenimento dell'attività intrapresa nel corso dei tre anni previsti.

Il regolamento ha validità fino al 31.12.2017.

************

Per ulteriori informazioni, approfondimenti e per la relativa modulistica sono consultabili le seguenti sezioni: