“Codice da Siena”: parte l’avventura dei campi estivi al centro “La Lunga Gioventù’” - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Comune di Siena
 

“Codice da Siena”: parte l’avventura dei campi estivi al centro “La Lunga Gioventù’”

Un’avventura avvolta nel mistero tra le lastre e i mattoni della città, alla scoperta di anedotti, storie e leggende su curiosità e personaggi di ieri e di oggi e, soprattutto, all’insegna di tanto entusiasmo e divertimento. E’ “Codice da Siena”, la proposta per i campi estivi 2014 programmati e organizzati dal centro socio culturale “La Lunga Gioventù” per bambini e ragazzi in fascia 6/14 anni, con la collaborazione della cooperativa GiocoleNuvole.

L’iniziativa è stata presentata stamani in conferenza stampa proprio nella sede del centro, in via dei Pispini, alla presenza del presidente Andrea Franci, dell’assessore al Sociale, Anna Ferretti, e di Caterina Barbetti e Martina Bracci, rispettivamente presidente e animatrice di GiocoleNuvole.

Tra i tanti elementi virtuosi e qualificanti della proposta, spicca il ruolo attivo e partecipativo dei soci de “La Lunga Gioventù” che, a vario titolo e in varie forme, affiancheranno le operatrici qualificate di GiocoleNuvole per la realizzazione delle attività organizzate anche all’interno degli splendidi spazi verdi della struttura. <<Con il nostro esempio di collaborazione – ha introdotto Andrea Franci – intendiamo stimolare la creazione di un nuovo tessuto sociale, più collaborativo tra istituzioni e organizzazioni territoriali, anche per sopperire alle diffuse difficoltà del momento, ma soprattutto per rilanciare il valore culturale che questa città ha nel suo dna>>.

I campi si svolgeranno in tre turni, dal lunedì al venerdì, in fascia oraria 8/17: il primo nel periodo 23 giugno/4 luglio; il secondo dal 14 al 25 luglio e il terzo dal 18 al 29 agosto.
<<Codice da Siena – ha spiegato Martina Bracci – è un’esperienza di ricerca e scoperta della città, della sua storia e del suo patrimonio più nascosto: andremo alla scoperta, ad esempio, del Vecchio Verrocchio, del Palindromo Sator Arepo Tenet Opera Rotas e di altri affascinanti codici da decifrare, mettendoci tutti in gioco per creare un’occasione di contatto e incontro intergenerazionale>>.

Il costo è di 105 euro a settimana, con servizio mensa comprensivo di colazione, pranzo e merenda; sono inoltre previste riduzioni per i nipoti dei soci del centro.
<<La presenza delle istituzioni – ha aggiunto Caterina Barbetti – gratifica la nostra collaborazione e sottolinea l’importanza del fare rete, a servizio della cittadinanza. Un ringraziamento particolare ai soci della Lunga Gioventù per l’ospitalità accordata: cercavamo degli spazi e abbiamo trovato una casa piena di affetto>>.

In conclusione, l’assessore al Sociale, Anna Ferretti, ha ribadito l’importanza della sinergia attivata: <<Mettere insieme gli operatori e i professionisti – ha detto – con i volontari è uno sforzo da valorizzare anche per dare ulteriori risposte ai problemi delle famiglie. L’apporto dato dai soci del centro consente, infatti, di contenere i costi a carico delle famiglie. In più, ritengo che con questo dinamismo e il vostro impegno personale, apporterete benefici sociali anche a voi stessi. Per il futuro, il Comune sarà a disposizione per coordinare ulteriormente tutte le iniziative estive proposte dalle varie realtà cittadine>>.