Maestà di Simone Martini - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

Maestà di Simone Martini

Maesta001

Maestà di Simone Martini

Madonna in trono col il Bambino è seduta su un grande trono gotico ispirato alle coeve oreficerie posto all'interno di un baldacchino sostenuto da santi e angeli e circondata dalla corte celeste. Ai suoi piedi, due angeli inginocchiati, Le offrono coppe colme di fiori e i quattro santi protettori di Siena: da sinistra Sant' Ansano, San Savino, San Crescenzio, e San Vittore le raccomandano la salvezza della città. Tra gli altri santi sono riconoscibili: San Paolo e San Giovanni Evangelista; a destra San Giovanni Battista che, l'Arcangelo Gabriele , San Pietro. Ancora dietro da sinistra sono raffigurati:, Santa Maria Maddalena, Sant.'Orsola; a destra: Santa Caterina d'Alessandria e Sant'Agnese , L'Arcangelo Raffaele. Tra le figure di Apostoli e Evangelisti si possono riconoscere a sinistra San Bartolomeo, San Matteo ,San Giacomo il Minore;a destra: San Giacomo Maggiore, Sant'.Andrea, San Simone. Poi ritornando a sinistra S. Filippo , S.Tommaso, San Mattia San Taddeo.

La Maestà è incorniciata da venti medaglioni con figure di Santi e Profeti a mezzo busto,separati l'uno dall'altro da preziosi decorazioni a racemi vegetali che racchiudono tondi in cui sono raffigurati alternativamente La balzana (Stemma di Siena), il Leone rampante (simbolo del Capitano del Popolo.

Nella parte inferiore sono rappresentati i Quattro Padri della Chiesa e al centro una figura allegorica dalla doppia testa simboleggiante la Lex Vetus e la Lex Nova (Personificazione del Vecchio e il Nuovo Testamento) che sorregge due cartigli. Sotto di essa all'interno di un tondo si trova la riproduzione del sigillo con la Madonna in trono col Bambino angeli, realizzato da Guccio di Mannaia, per i Nove, signori della città e committenti della Maestà stessa.

L'affresco realizzato nel 1315 fu oggetto di un nuovo intervento da parte di Simone Martini 1321.