Uno spettacolo di danza dedicato agli affreschi del Lorenzetti - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

Uno spettacolo di danza dedicato agli affreschi del Lorenzetti

Prende spunto dagli affreschi custoditi a Palazzo Pubblico lo spettacolo di danza “Come sarebbe... Se fosse stato?". L’allestimento, in programma domani, 16 aprile, alle 18.30 nell’Aula Magna dell’Università per Stranieri (Piazza Carlo Rosselli), è organizzato dall’Ateneo della Danza - Balletto di Siena, in collaborazione con Unione Corale Senese e Associazione Culturale Sobborghi, con la direzione artistica di Marco Batti e la coreografia di Camille Granet. Uno spettacolo in cui <<Siena - raccontano gli organizzatori - viene descritta come una città magica. E la magia si coglie nei dipinti esposti al Palazzo Pubblico. L’affresco del Lorenzetti, racconta la civiltà e la cultura di Siena, gli effetti della gestione di un Buon Governo e di un Cattivo Governo e la profonda integrazione tra la città e la campagna>>. <<Attraverso la collaborazione di più arti come danza, recitazione e musica, "Come sarebbe... se fosse stato?" è a sua volta un ritratto che vuole ridare vita alle tradizioni rifacendosi ad ambedue le allegorie del pittore, richiamando i fondamenti del popolo senese sulla cadenza e i ritmi dei tamburi del Palio e non solo. I danzatori faranno rivivere il cuore della città, dalla voce delle sue contrade che rimbombano tra le vecchie mura, all’amore della tradizione, o ancora alla sua unione delle virtù come la concordia, il coraggio, la sapienza>>. "Come sarebbe... se fosse stato?" fa parte del Festival Siena Città Aperta ai Giovani promosso dall’Assessorato alle Politiche Giovanili, Fondazione MPS, Università degli Studi di Siena e Università per Stranieri di Siena con il supporto di Vernice Progetti Culturali.

Ufficio Stampa Comune di Siena