Presentate le iniziative per la Giornata internazionale della donna - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Comune di Siena
 

Presentate le iniziative per la Giornata internazionale della donna

Si è tenuta questa mattina a Palazzo Berlinghieri la conferenza stampa per presentare il ricco cartellone di iniziative organizzate dal Comune di Siena per la Giornata internazionale della donna 2018.

Gli appuntamenti in programma, numerosi e variegati, tra mostre, spettacoli musicali e teatrali, lezioni-concerto, letture, dibattiti, presentazioni di libri, momenti formativi e culturali, si protrarranno fino al prossimo 21 marzo.

Presenti alla conferenza rappresentanti dell’Amministrazione provinciale e delle Associazioni che hanno partecipato alla realizzazione del programma, <<realtà, quest’ultime -  come ha evidenziato l’assessora alle Pari Opportunità Tiziana Tarquini – alle quali si deve il proficuo lavoro svolto costantemente a livello cittadino per favorire e incentivare il cambiamento culturale necessario a superare le disparità di genere che permangono nella nostra società>>. Prendendo ad esempio l’immagine copertina del programma, con la bellissima opera dell’artista Davide Dall’Osso in mostra in questi giorni nella Galleria di Palazzo Patrizi, l’assessora ha fatto suo l’appello dello scultore: “l’uomo del nostro tempo deve intervenire su se stesso”. <<E’ sempre più necessario – ha proseguito – che gli uomini riflettano sulla propria identità prendendo atto dell’emancipazione femminile>>. Un impegno che l’Amministrazione comunale tutta ha fatto proprio.

Lo stesso sindaco Bruno Valentini ha ricordato i tanti progetti ideati e realizzati, tra gli ultimi quello incentrato sul linguaggio, perché la lingua nel suo essere uno strumento di comunicazione riflette e palesa i valori della società che la utilizza. <<Da quest’anno – ha ricordato Valentini - abbiamo stabilizzato nel Bilancio comunale una specifica forma di finanziamento: 20 centesimi di euro per ogni donna dai 16 ai 55 residente nella nostra città, per un totale di 3.500 euro da devolvere ogni anno continuativamente al Centro antiviolenza dell’area senese. Un esempio che ci auguriamo sia da stimolo anche per gli altri 15 Comuni, in modo che il Centro possa avvalersi di un contributo complessivo di 15mila auro>>. <<La parità di genere – ha proseguito il primo cittadino – è ancora lontana dall'essere raggiunta, perché tocca i vari ambiti della società, a partire da quello economico e lavorativo. L'Amministrazione Comunale c'è e intende procedere con determinazione, come testimoniano le tante iniziative portate avanti in questi anni, nonché i progetti in cantiere, per eliminare i fattori alla base delle discriminazioni e contrastare tutte le forme di violenza contro le donne, agendo sia a livello amministrativo che attraverso un percorso culturale e sociale che da anni ci vede in prima linea>>.

 

Un comune sentire, e un unico obiettivo, in base ai quali è stato stilato un programma capace di attirare pubblici diversi e stimolare riflessioni e azioni.

 

Fino a giovedì 15 al presidio San Niccolò dell’Università degli Studi di Siena “Leros, il mio viaggio”, percorso fotografico di Antonella Pizzamiglio (Culturing). Mostra e spunti di riflessione sul destino degli ex Ospedali psichiatrici, a cura del Comune e Università degli studi di Siena.

 

Termina domenica 18, con orario di apertura al pubblico 15/18 e ingresso libero, la Galleria “Cesare Olmastroni” di Palazzo Patrizi (via di Città, 75) mostra personale di Davide Dall’Osso “E’ tempo di mettersi in ascolto”, curata da Maurizio Vanni e organizzata dall’associazione Senesi nel Mondo, in collaborazione con la Biale Cerruti Art Gallery e Comune di Siena.

 

Domani, 8 marzo, alle 11 nell’Aula Magna dell’Istituto di istruzione superiore “Sallustio Bandini” (via C. Battisti, 11) presentazione del libro: “Io voglio vivere”. Testi emotivi contro il femminicidio. Gli studenti della classe II C del Liceo Scientifico “Galileo Galilei” raccontano, in immagini e parole, riflessioni e sentimenti contro la violenza sulle donne.  La partecipazione è a invito. Iniziativa promossa da Coordinamento Donne Pensionate SPI CGIL Lega di Siena; Liceo Scientifico “Galileo Galilei”; Centro culturale delle Donne Mara Meoni, associazione Donne di Carta.

 

Per il giorno della Festa della Donna le celebrazioni istituzionali promosse dal Comune e dalla Provincia di Siena si terranno alle ore 11,30  nella Sala delle Lupe di Palazzo Pubblico con l’incontro informativo con il personale dipendente sul tema delle discriminazioni sul luogo di lavoro, con l’intervento dell’avvocata Lucia Secchi Tarugi, consigliera di parità provinciale. Al termine, letture a cura di Lucia Pelosi.

 

Alle 16 nella Sala 1 del Centro Civico La Meridiana di S. Miniato (via Pietro Nenni, 8) “Aspasia e le altre”: iniziativa promossa da Auser comprensorio di Siena, con letture di Chiara Savoi e accompagnamento musicale di Alice Bardini, Giovanni Ghizzani e Andrea Frosolini.

 

Con inizio alle ore 21,15, per la stagione dei Teatri di Siena 2017/18, ai Rinnovati andrà in scena la terza replica di “Occident Express (Haifa è nata per star ferma)”, lo spettacolo scritto da Stefano Massini, a cura di Enrico Fink e Ottavia Piccolo, che ne è anche interprete, e prodotto da Teatro Stabile dell’Umbria/Officine della Cultura con la partecipazione dell’Orchestra multietnica di Arezzo.

 

Sempre alle 21,15  al Teatro del Costone (via del Costone, 9) il concerto in memoria del famoso soprano  Daniela Dessì “Donne in musica, una vita per la musica” con ospite d’onore il tenore Fabio Armiliato. L’incasso della serata, organizzata dall’associazione Rami Musicali e dalla Fondazione Daniela Dessì, sarà devoluto alla ricerca contro il cancro.

 

Il 9 marzo, alle 17, nella Sala Aurora dell’Amministrazione provinciale di Siena (piazza Duomo, 9) incontro-dibattito “Dall’amore alla violenza: come le donne la raccontano e come gli uomini la agiscono e ne parlano”. Interverranno: Francesca Pidone, criminologa e formatrice per la Casa delle donne di Pisa, Gabriele Lessi, avvocato, e Jacopo Piampiani, psicoterapeuta per l’associazione LUI di Livorno - Centro per uomini maltrattanti; coordina Annamaria Rallo, presidente dell’associazione DonnaChiamaDonna di Siena, che ha organizzato l’incontro. In programma la performance “You&me” di Virginia Sarrocco e Davide Petriglia, studenti scuola secondaria di secondo ciclo.

 

Sabato 10, alle 16, al Centro civico “La Meridiana” di San Miniato (via Pietro Nenni, 8) “Si dice donna, ma...” - Tilde Capomazza e l’8marzo: una storia da raccontare.Iniziativa con proiezione del video “La tigre e il violino” di Loredana Cornero, edito da RAI ERI, letture di Paola Lambardi ed excursus sulle parole dell’8 marzo attraverso i volantini dell’UDI. L’appuntamento è a cura dell’Associazione archivio UDI della Provincia di Siena in collaborazione con l’Associazione Comitato Siena 2 - Cittadini attivi e Associazione per i beni comuni.

 

Mercoledì 14, alle 14,30, nell’Aula Magna dell’Università per Stranieri di Siena (Piazzale Rosselli, 27) “Compositrici italiane del Novecento: una lezione concerto”, a cura di Cristiana Franco, con Annunziata Lia Lanteri, soprano, e Luisa Zecchinelli al pianoforte. Iniziativa CUG dell’UNISTRASI.

 

Giovedì 15, alle 19.30, al Teatro dei Rinnovati “Una Città per le Donne”: evento-spettacolo plurimo articolato in inaugurazione mostre, proiezione cortometraggi e performance di teatro danza, per ribadire che Siena rifiuta la violenza sulle donne. Associazione MOTUS A.C. in collaborazione con Centro Culturale delle Donne “Mara Meoni”, Associazione DonnaChiamaDonna, Coordinamento Nonunadimenosiena, Associazione Aurore, Associazione Atelier Vantaggio Donna, Associazione Siena Foto Club,Associazione Visionaria Film Festival, Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci”, con il contributo del Comune di Siena.

 

Sabato 17 marzo alle ore 11,  Complesso Museale Santa Maria della Scala (Piazza Duomo), visita guidata, organizzata dal Centro culturale delle donne “Mara Meoni”,  alla mostra di Ambrogio Lorenzetti con Gabriella Piccinni, Direttrice del Dipartimento di Scienze storiche e Beni culturali dell’UNISI. La visita è su prenotazione inviando  mail a: centromarameonisiena@alice.it . Presentarsi muniti di biglietto.

 

Lunedì 19 marzo alle ore 17, nella Sala P. Maccherini a Palazzo Berlinghieri (Piazza Il Campo, 7)  Lectio magistralis di Bernardina Sani, Storica dell’arte - Università degli Studi di Siena, organizzata dal Centro culturale delle donne Mara Meoni, dal titolo “Dame e cicisbei nella pittura veneziana del Settecento. La civiltà della conversazione, una libertà fittizia o una conquista reale?”

 

Martedì 20 marzo alle 18, nella Sala storica della Biblioteca Comunale degli Intronati (via della Sapienza, 5), Tavola rotonda a cura dell’Associazione Soroptimist International Club Siena su “Lavoro femminile: evoluzione e prospettive”, con rappresentanti di Istituzioni e Associazioni interessate alla tematica.

 

Mercoledì 21 marzo alle ore  9, presso Hotel Garden (via Custoza 2), giornata formativa promossa dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Siena, dal titolo “Commercialisti e società civile: focus economico e legislativo nel contrasto alla violenza sulle donne”. Mentre, alle 17,30, presso il Polo Civile del Tribunale (via del Romitorio n. 4) “Scioperare al femminile”. Evento formativo-didattico per gli avvocati del Foro di Siena con proiezione di video tratti dai film: “Giovanna” di Gillo Pontecorvo (1955) e “We want sex” di Nigel Cole (2010). Introduce Claudia Faleri, docente associata di Diritto del lavoro all’Universitàdegli studi di Siena. L’appuntamento è organizzato dal Comitato dell’Area Verde Camollia 85 e Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Siena.

Ufficio Stampa Comune di Siena