L’accessibilità della segnaletica turistica nel dibattito consiliare - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

L’accessibilità della segnaletica turistica nel dibattito consiliare

Il tema dell’accessibilità alla segnaletica di informazione turistica è stato discusso nella seduta consiliare odierna con l’interrogazione presentata da Rita Petti (PD) e sottoscritta dal collega di gruppo Simone Vigni. Petti ha richiamato la recente installazione di pannelli con QR code nel centro storico, <<oggetto di critica da parte delle associazioni di persone con disabilità, le quali hanno espresso il proprio disappunto per le azioni compiute senza tenere conto delle esigenze di chi ha problemi di vista e di lettura: soggetti che devono essere considerati interlocutori imprescindibili e che hanno sempre collaborato, fornendo soluzioni con scelte condivise>>.

Sottolineando come <<il turismo accogliente, accessibile e sostenibile sia stato dichiarato un elemento caratterizzante la nostra Amministrazione, inserito anche negli assi del progetto di Siena Capitale europea 2019>>, Petti ha sostenuto che <<esistono alternative tecnologiche per rendere più accessibili e meno impattanti i pannelli, come l’applicazione “Città Italia” o l’uso di celle che comunicano a distanza con gli smartphone e permettono ai cittadini di ricevere notifiche sui propri dispositivi>>.

La consigliera ha quindi chiesto all’Amministrazione informazioni <<sulle fasi di progettazione e installazione della segnaletica e con quali requisiti siano state effettuate le scelte; inoltre, se esiste una mappa nei punti di accesso alla città che indichi l’ubicazione dei pannelli e, infine, se nelle politiche di promozione turistica e di valorizzazione della città siano contemplate azioni per il turismo accogliente>>.

L’assessore al Turismo, Sonia Pallai, ha ripercorso le tappe di approvazione del piano coordinato di comunicazione in ambito turistico, deliberato dalla giunta nel 2014, e la relativa progettazione e realizzazione, indicando, tra le varie attività, <<l’adozione di strumenti di promozione territoriale basati su specifici sistemi informativi, mediante l’utilizzo di codici QR e rete internet, volti a proporre contenuti multimediali al pubblico>>. <<In attuazione di detta deliberazione – ha proseguito – il competente Servizio Comunicazione aveva acquisito dall’impresa “Officine Creative” una proposta per la realizzazione, a titolo gratuito, del servizio di promozione territoriale denominato “QRTravel - La conoscenza in cammino”, valutata come rispondente alle finalità del progetto>>.

Nel luglio 2014 è stato approvato lo schema di convenzione con Officine Creative e lo sviluppo della progettazione è stato seguito da più uffici comunali (Unesco, Comunicazione e Turismo), in costante collaborazione con la competente Soprintendenza.

Come ha spiegato l’assessore, <<i siti sono stati individuati in accordo con le associazioni di categoria e delle guide turistiche, seguendo la logica tematica del “cammino francigeno”. A tali soggetti è stata trasmessa la bozza di tutta la documentazione riepilogativa del progetto: slides, planimetrie, mappe del turismo e la lista dei palazzi. Quest’ultima revisionata preventivamente dalla Soprintendenza, alla quale è stato anche trasmesso in bozza il prototipo del pannello per le proprie valutazioni di competenza. I proprietari dei palazzi interessati sono stati preventivamente informati e convocati a specifica apposita riunione>>.

Ottenuti i preventivi pareri e nulla osta, l’ufficio Unesco ha predisposto la richiesta per l’autorizzazione paesaggistica, che ha ottenuto definitivamente il parere favorevole lo scorso 26 aprile. La ditta ha poi provveduto all’installazione dei pannelli.

<<I nostri uffici hanno seguito e curato molti passaggi: dalle categorie economiche alle guide turistiche – ha affermato l’assessore – fino alla Sovrintendenza e tanti altri soggetti, così come avvenuto per la realizzazione del portale di destinazione “EnjoySiena”, dei nuovi dépliant del Palio o di precedenti strumenti di comunicazione che sono sempre risultati accessibili a persone ipovedenti e non vedenti. Purtroppo e con dispiacere, in questo caso, non è stata coinvolta l'associazione di persone con disabilità, ma sono stati comunque presi contatti con il presidente dell’Associazione Italiana Ciechi al fine di consentire l’inserimento delle coordinate GPS in un sistema, da loro utilizzato, che attualmente è in fase di sviluppo>>.

Dopo aver informato che <<al momento non esiste una mappa nei punti di accesso per comunicare l’ubicazione dei pannelli>>, Pallai ha concluso sostenendo <<che da mesi sono in corso azioni di accoglienza turistica che tengono conto di pubblici eterogenei, nei confronti dei quali non faremo mancare i necessari confronti. Proprio per quanto riguarda la cartellonistica, in questi giorni è in pubblicazione un bando che terrà conto di tutti questi aspetti>>.

Petti si è dichiarata parzialmente soddisfatta, pur apprezzando la risposta dell’assessore <<che bene ha illustrato la complessità di un certo tipo di progetti che presuppongono vari passaggi di concertazione e condivisione, funzionali a garantire risultati migliori, data la dimenticanza non marginale per la sensibilità richiesta per un progetto di accoglienza turistica di qualità>>.

<<Per quanto riguarda le politiche turistiche – ha concluso la consigliera – la sensibilità e l’attenzione nei confronti delle categorie svantaggiate sono anche sintomatiche di un certo livello culturale: è importante curare opportunamente le forme dell’accoglienza in modo che tutti possano scegliere cosa fruire venendo a Siena. A tutti va data la dignità della scelta>>.