Daedalus: una soluzione high-tech innovativa per affrontare i vincoli lavorativi nel bacino del Mediterraneo - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

Daedalus: una soluzione high-tech innovativa per affrontare i vincoli lavorativi nel bacino del Mediterraneo

Daedalus è una piattaforma high-tech molto innovativa. Opererà per facilitare e supportare l'incontro tra le opportunità offerte e i bisogni di mercato nel bacino del Mediterraneo. La fase pilota a livello regionale inizierà il prossimo 17 marzo, una data simbolica che a livello internazionale segna la “Giornata mondiale del Lavoro sociale”, finalizzata alla promozione della dignità e del valore delle persone.

Nel corso della stessa giornata, un evento pubblico parallelo sarà tenuto in sette diversi paesi del Mediterraneo: Libano, Palestina, Grecia, Italia, Tunisia, Cipro ed Egitto.

L'obiettivo generale del progetto è quello di rispondere ai bisogni dei giovani residenti che cercano un impiego nei mercati del lavoro del bacino mediterraneo attraverso il potenziamento delle loro opportunità di lavoro e di affari, e l’incontro delle loro qualifiche e competenze con i bisogni esistenti nei paesi limitrofi.

L'operatività di Daedalus sarà basata su un database aggiornato, capace di far incontrare attivamente le opportunità ricercate dai giovani e dai professionisti con quelle offerte su entrambe le sponde, nord e sud, dell'area mediterranea. Il budget totale del progetto ammonta a 1.939.414 euro ed è stato cofinanziato per un importo di 1.745.472,60 euro (90%) dall'Unione Europea attraverso lo strumento europeo di vicinato e partenariato (Programma ENPI CBC Bacino del Mediterraneo).

<<La nostra piattaforma tecnologica – dichiara Panagiotis Ktoridis dell'azienda privata greca Uni Systems, capofila del consorzio – mira a coinvolgere sia il settore privato sia il settore pubblico nell'affrontare i vincoli lavorativi nell'area del Mediterraneo. Guardiamo a essa come a un efficace contributo per una più ampia integrazione tra i diversi paesi e le diverse culture>>.

<<Nell’era del boom della disoccupazione giovanile – aggiunge Tiziana Tarquini, assessore alle Politiche giovanili del Comune di Siena – è sempre più importante individuare forme di relazione e di informazione che facilitino l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro, grazie al reciproco scambio tra utenti, imprese, pubbliche amministrazioni e ong. Nel quadro della nostra contemporaneità, diventa essenziale lo sviluppo di strumenti tecnologicamente avanzati in grado di incentivare le collaborazioni internazionali e la nascita di soluzioni integrate locali>>.

A Siena, l'evento sarà organizzato dal Comune, in collaborazione con il Centro di informazione Europe Direct dell'Università degli Studi di Siena, all'interno del ciclo di seminari “Lezioni d'Europa” e si terrà il 17 marzo dalle ore 10 nell'Aula Magna storica del Rettorato dell’Ateneo (Banchi di Sotto, 55).

Per informazioni, rivolgersi all'Ufficio Politiche giovanili del Comune di Siena, ai numeri 0577 292438 - 292366.