On line il sito web dedicato all’Art bonus - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

On line il sito web dedicato all’Art bonus

Cittadini mecenati. Da oggi sarà possibile sostenere il patrimonio culturale della comunità senese con azioni di mecenatismo e ottenere significativi sgravi fiscali. Tutto è a portata di un click, grazie al nuovo sito web del Comune di Siena http://artbonus.comune.siena.it , ideato e progettato dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena per favorire e promuovere l’iniziativa Art bonus.
Art bonus, la misura urgente e agevolativa introdotta dal D.L. n.83/2014 (art. 1) e volta a favorire il mecenatismo culturale nel nostro Paese, ha già riscosso un grande successo. La normativa prevede, infatti, agevolazioni fiscali per le erogazioni liberali a sostegno della cultura per il finanziamento di interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici; per il sostegno a istituti e luoghi della cultura pubblici, fondazioni lirico sinfoniche, teatri di tradizione; nonché per la realizzazione, il restauro e il potenziamento di strutture di enti e istituzioni pubbliche dello spettacolo.

Il sito web per il Comune di Siena, presentato oggi a palazzo Sansedoni (sede della Fondazione Mps), nasce dal confronto dei parametri dell’omonimo sito che il Governo ha dedicato alla materia dell’Art bonus e da un’attività di benchmarking con quello di altri comuni italiani. I contenuti sono facilmente accessibili anche dai dispositivi mobili di ultima generazione. Il sito, infatti, è stato concepito per avvicinarsi alle esigenze dell’Amministrazione Comunale coniugandole con la semplicità di utilizzo per l’utente, che può consultare i riferimenti normativi, effettuare con sicurezza i passi necessari per finanziare un intervento e, infine, beneficiare degli sgravi fiscali.
Lo strumento utilizzato per la costruzione del sito si basa su una tecnologia Open Source che ha consentito la realizzazione del progetto a costo zero e consentirà in futuro di aggiornare i contenuti editoriali e digitali in maniera veloce e sicura. Sarà, così, possibile per il cittadino seguire lo stato di avanzamento degli interventi individuati dal Comune di Siena e finanziati dalla comunità.
Il sito è suddiviso in quattro sezioni principali che comprendono le informazioni relative al progetto Art bonus, l’elenco dei beni finanziabili, le modalità di finanziamento e sottoscrizione, il dettaglio degli interventi sulle opere pubbliche. E’ presente anche una pagina dedicata alle FAQ (Frequently Asked Questions).

Il Comune di Siena ha individuato tredici siti culturali che necessitano di interventi: tre beni culturali pubblici (“La Resurrezione di Cristo” e “L’Aquila Imperiale” affreschi entrambi del Sodoma e collocati a Palazzo Pubblico; l’altare marmoreo di Pietro del Mannella, Museo civico, Cappella dei Signori) e dieci istituti e luoghi della cultura di appartenenza pubblica (Piazza del Campo, Torre del Mangia, Cappella di Piazza del Campo, Museo Civico, Piazza Duomo e Piazza San Giovanni, Prato di S. Agostino, Piazza Provenzano, Valle di Follonica, Via Banchi di Sopra-via Montanini).
"La Fondazione continua, seppur con risorse finanziarie ridotte, ad essere accanto al suo territorio. Il progetto presentato oggi è un esempio concreto del nuovo approccio dell’Ente nei confronti delle Istituzioni. Un approccio valido, che sta funzionando e porta risultati soddisfacenti. – ha affermato il presidente della Fondazione Monte dei Paschi di Siena Marcello Clarich - La progettazione del sito web Art bonus a favore del Comune di Siena rappresenta per noi una modalità operativa rinnovata, fatta di condivisione di attività e professionalità. Metteremo, sempre più, a disposizione di Enti pubblici e soggetti del no profit le nostre figure professionali e il know how necessario per garantire un servizio alla collettività."
"Ringrazio la Fondazione MPS - ha dichiarato il sindaco di Siena Bruno Valentini - per aver messo a disposizione alcune competenze interne, di ottima qualità, per la costruzione del sito. E’ una nuova Fondazione che pur non avendo i potenti strumenti economici di qualche anno fa, riesce comunque a stare vicina al territorio con significative azioni di sostegno, come già accaduto con il contributo utilizzato per ristrutturare l’immobile per l’ampliamento del Tribunale. Tutti coloro che amano la nostra città- associazioni, imprenditori, ma anche semplici cittadini- possono ora contribuire ai vari progetti di recupero, beneficiando di una elevata detrazione fiscale, anche con piccole somme. Non scopriamo certo oggi il grande cuore di Siena: una città che storicamente è sempre stata orientata positivamente verso i beni della comunità, i beni comuni appunto. Adesso ci rivolgiamo anche a tutti coloro che amano ed apprezzano Siena affinché ci diano una mano a mantenere un patrimonio collettivo che non è solo dei residenti ma tutta l’umanità, attraverso il prestigioso riconoscimento Unesco. Da oggi è più conveniente farlo, grazie allo sconto fiscale".